A CUORE APERTO, ALLE GIOVANI ARTISTE

Navigo spesso sui tanti gruppi italiani di Reborning che ci sono qui su Facebook. E devo dire che la maggior parte sono gestiti da bravissime persone ed in modo eccellente.
Mi piace osservare, leggere le disquisizioni tecniche, soffermarmi sui lavori che molte giovani artiste creano.
Mi piace meno leggere polemiche, offese e scontri tra collezioniste e reborniste, che mi lasciano davvero tanto perplessa.
Essere artista vuol dire esserlo a 360 gradi.
Avere rispetto per gli altri, umanità, cuore. Non avere sentimenti di falsità e d’invidia.
Artista si è soprattutto dentro.

Il compito di noi artiste è quello di creare non semplici bambole, ma sogni, perché è questo che sono le Bambole Reborn. Sogni, solo sogni.

Ci vuole tanta pazienza e tanto amore.
Poniamoci sempre la fatidica domanda quando completiamo una nostra Doll e ci apprestiamo a venderla: “io comprerei mai questa bambola?”
Siamo oneste, in primis con noi stesse. Non pensiamo ai soldi, al prestigio, ai like sul post. Quelli, se sei brava, arriveranno dopo.

Pensiamo a chi riceve la bambola a casa ed apre il pacco. Pensiamo al sorriso che dobbiamo strapparle, persino a qualche lacrima che potrà versare.

Mi rivolgo a chi intraprende oggi quest’arte o a chi ha iniziato da poco. Il Reborning è amore, cuore, passione. Non smetterò mai di ripeterlo. E’ quello che dobbiamo donare. Non “vendiamo” una bambola, “doniamo” un pezzo di noi.
Mettete sempre da parte i cattivi pensieri, i sotterfugi, le scorciatoie, le invidie, la concorrenza sfrenata e non positiva.
Non fanno parte di questo mondo.
Mettiamocela e mettetecela sempre tutta: ognuna di noi, con la sua competenza ed il suo talento, può e deve dare qualcosa al Reborning italiano.

Vedo molte che ci mettono l’anima ogni giorno, ed è quella la strada giusta. Altre, e non solo giovani, cercano sotterfugi, vendono sfrenatamente, copiano idee di chi ci mette il cuore, instillano invidia e sfiducia.

Chi davvero ama il Reborning troverà in me sempre un’alleata, un’amica. In questi anni ho dato centinaia di consigli, dal più banale al più grande. L’ho fatto sempre con amore, perché voglio bene ed amo quest’arte. Non ho mai pensato ad altro, ho evitato polemiche, ho tirato dritto per la mia strada.
Sono stata criticata, imitata, invidiata, ma per fortuna anche amata e voluta bene.
Per molti il Reborning è e rimarrà un hobby, per molti altri può diventare qualcosa di più. Ben venga, non c’è nulla di male. È giusto che se avete talento, questo venga riconosciuto.
Come per ogni cosa.
Il talento e la meritocrazia devono essere premiati. Per molti anni nel nostro paese non è stato premiato, e vedete dove ci ritroviamo oggi.

Il Reborning è un’arte meravigliosa e complessa. Anche io ho sbagliato, ho commesso errori, ma nessuna situazione negativa mi ha mai toccato. I vostri complimenti, i complimenti di chi ha acquistato da me, gli occhi delle mamme e delle bimbe che hanno visto le mie bambole dal vivo, sono state le uniche cose che hanno contato. Sono state energia pura per me.

Io ci metto il cuore, amo quel che faccio, amo il Reborning. Amatelo sempre anche voi, e niente e nessuno potrà fermarmi, niente e nessuno potrà fermare i vostri sogni. Mettetecela tutta. Ci sono passata anch’io; momenti belli, momenti di sconforto, non fa nulla. Mettetecela tutta.

Laura Cosentino

#LauraCosentino #LauraRebornDolls #Reborning